Home > Grand Tour blog > La ricetta per un arrosto misto perfetto

La ricetta per un arrosto misto perfetto!

Una tradizione antica

Ripercorriamo la strada lunga, anzi lunghissima, del gusto: da quando tutto ha avuto inizio, arrosti, lessi, brasati e fritti, sino alla cottura a bassa temperatura. Sul tema avevano riflettuto già i romani, quelli antichi intendiamoci; Marco Terenzio Varrone, probabilmente per primo, ha messo in ordine di evoluzione la progressione delle pratiche culinarie in riferimento alla carne di maiale. “Dunque, secondo l’insegnamento della natura per primo è venuto l’arrosto, poi il lesso e per finire il cotto in salsa.”
Secondo la ricetta tradizionale il grande arrosto era composto da: un’ oca, un coniglio, una quaglia, un pollo. Potete gustarlo in selezionati ristoranti Italiani e cimentarvi come chef a casa vostra….ma occorre pazienza e passione!!

La ricetta contemporanea per i vostri weekend gourmand

L’arrosto misto è per sua natura una ricetta elastica che nasce dalla necessità di fare mangiare tutti gli ospiti con quello che c’è a disposizione. Perciò può esserci più vitello e meno pollo o viceversa oppure si possono aggiungere pezzi di maiale come costine o salsicce, il risultato finale comunque, non cambia. E’ la preparazione dei giorni di festa.

Ingredienti per 3 persone

  • Carne a piacere
  • 6 scalogni
  • 6 patate
  • 3 cipolle piccole
  • 3 spicchi d’aglio
  • 3 rametti di rosmarino
  • 2 ciuffi di salvia
  • olio extravergine d’oliva
  • un bicchiere di vino bianco secco
  • sale, pepe

Procedimento

  1. Tagliare la carne a pezzi medi ma di uniforme grandezza e porli in un capace contenitore.
  2. Pelare le cipolle e tagliarle in 4 spicchi; pelare gli scalogni e tagliarli a metà; pelare l’aglio e schiacciarlo senza spaccarlo. Lavare le erbe aromatiche. Pelare le patate e tagliarle a spicchi.
  3. In una teglia da forno unta con olio, distribuire la carne, le salsicce, le cipolle, gli scalogni, l’aglio e le erbe aromatiche, quindi cuocere in forno elettrico ventilato preriscaldato a 220°C per circa 10 minuti.
  4. Unire quindi le patate, regolare di sale e pepe e mescolare, quindi far cuocere per altri 10 minuti.
  5. Irrorare con il vino rosso, e proseguire la cottura per altri 10-15 minuti o comunque fino a cottura completa delle patate.
  6. Servire subito.

Quale vino rosso abbinare all’arrosto

Come si sa l’abbinamento del vino ad un piatto è l’armonia del gusto. Quando sono cotte lungamente e arricchite con intingoli o salse, le carni hanno bisogno di un vino vigoroso, capace di valorizzarle. Noi vi consigliamo il Grande Alberone Quintus e anche il Grande Alberone Black Bio.